Storia di un video virale "IL GRANDE SALVINI"

luce-mazinga

Così, per caso, ecco che un giorno mi viene l’ispirazione di fare una cover-parodia.
Da cantautore che ha sempre composto testi e musica rock-blues mi dico che tentar non nuoce.
Ormai la buona musica non viene più apprezzata, allora decido di fare un esperimento sociale.
Il personaggio del momento… Un eroe dei bei tempi andati… Ci sono! Mazinga e Salvini.
Carta e penna, comincio a buttare giù qualche strofa, ascolto attentamente la sigla del Grande Mazinger, strimpello con la chitarra per vedere se la cosa ha senso.
Ultimato il testo è il momento di cantarla, cercando di renderla più simile all’originale, anche per quanto riguarda gli effetti delle voci dei cori. Registro la canzone senza studi di registrazioni stratosferici ma con il mio umilissimo iPad, dentro in macchina in un parcheggio deserto per cercare un’insonorizzazione decente, mentre i cori li canto nel piccolo bagno di casa per dare già un effetto eco (per la gioia dei vicini che sentono un  pazzo gridare armi assurde…). Tempo qualche ora e ho finito il lavoro, ora viene il bello devo fare un video e metterlo sul Tubo, le cose fatte a metà non sono nel mio stile.
Allora vai di Photoshop e comincio a creare la copertina e “sistemare” una foto che in rete sta girando parecchio: Salvini in piazza ad Oristano.
Una cover deve essere realizzata con tutti i santi crismi, per cui trasformiamo Salvini in Mazinga, vediamo che succede…
Ora ho tutto, pubblico sul Tubo e aspettiamo il responso del pubblico.
Passano i giorni e visualizzazioni pochine, poi un giorno guardo il cell e vedo che il video sta schizzando.
In due giorni arrivo a quasi 3000 visualizzazioni, mi chiama Antonio Amorosi, giornalista che scrive su Panorama e La Verità, mi fa un’intervista veloce al telefono. Gli chiedo dove avesse visto il video, mi risponde “Su Facebook e via Whatsapp, sta diventando virale”. In molti clonano il video e scaricano la canzone per metterla come suoneria del cellulare. Gli elogi sono innumerevoli e c’è chi lo vorrebbe come nuovo inno della Lega… Passo i giorni successivi a leggere i commenti della gente e mi diverto un sacco perché sono riuscito a regalare un sorriso alla maggior parte della gente che si è imbattuta sul mio video (comunisti esclusi ovviamente, anche se alcuni hanno ammesso il buon lavoro svolto)
L’esperimento sta andando come lo avevo immaginato e in una settimana arrivo a oltre 13000 visualizzazioni.
E questo è tutto.

Articolo GAZZETTINO 24/2/2019 di Paolo Braghetto

Articolo AFFARITALIANI di Antonio Amorosi