CALICANTO

guarda il Trailer

Amato Ferretti, meglio conosciuto come Jack, lavora nella squadra omicidi di Padova, con un matrimonio finito alle spalle ed un periodo esistenziale difficile da affrontare. Ai suoi problemi si aggiunge l’ indagine  di uno strano omicidio a danno di un sacerdote, avvenuto in una piccola chiesa del quartiere benestante della città e trovato in un bagno di sangue con misteriosi segni incisi sul petto. Da subito il caso si dimostra di cattivo auspicio e la vittima designata sarà  la prima di un complicato piano diabolico. Nella lista dei predestinati si aggiungeranno una suora della cucina popolare ed un anziano che lotta tra la vita e la morte in uno squallido ospizio; tutti con l’inequivocabile firma del carnefice. Ma cosa lega tutte queste persone? Chi le ha volute morte e per quale ragione? Impegnato a risolvere il caso con tutto se stesso, Jack dovrà non solo dare la caccia ad un  serial killer che tormenta il sonno dei cittadini, ma soprattutto guardarsi bene  da chi lo circonda, avendo appurato che gli assassinati erano tutte persone di sua conoscenza. In un susseguirsi di colpi di scena, dove i luoghi  più inusuali di Padova fanno da tetro scenario al corso dell’indagine, si giungerà all’imprevisto epilogo che cambierà inevitabilmente il futuro del protagonista; non prima però d’aver fatto i conti con le ombre del proprio passato.

 

CRESCIUTI A PANE E GOLDRAKE

Prefazione di Massimo Luca

Quante battaglie ha dovuto affrontare Goldrake da quel lontano 4 aprile 1978; come se non bastassero i duelli con le creature aliene di Re Vega è stato bersaglio anche di altrettanti mostri inaspettati del pianeta Terra che volevano metterlo alla gogna: giornalisti, presentatori tivù, pedagogisti e casalinghe infuriate. Molte accuse infondate sono state dette e scritte ma per alcuni l’avvento di Atlas Ufo Robot nelle case degli italiani è stato addirittura un fenomeno deleterio da cancellare al più presto dal palinsesto televisivo. A distanza di quattro decadi cosa è servito tutto quell’ostracismo manifestato per un cartone animato giapponese? E cosa ha lasciato davvero in eredità a quella generazione accusata di diventare bellicosa e deviata dalla visione del nuovo eroe robot? È giunto il momento di ascoltare anche le testimonianze e le opinioni dei diretti interessati, ovvero quei bambini, oggi coscienti adulti, che seguirono la prima messa in onda di Goldrake e il dominio successivo di altre serie animate che all’improvviso iniziarono ad imperversare in ogni canale televisivo.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva